Dal 17 al 30 aprile vota SOLO AGENTI IN ENASARCO

Dal 17 al 30 aprile vota SOLO AGENTI IN ENASARCO

“Riteniamo che Enasarco sia degli Agenti, debba lavorare per il bene degli Agenti e che a essere rappresentati siano gli Agenti e i loro interessi. Questi obiettivi possono essere raggiunti solo se l’Assemblea Enasarco è composta da Agenti, veri Agenti, veri lavoratori che abbiano a cuore l’interesse della Categoria, poiché è il loro stesso interesse.”

Fonte: solo-agenti.it

 


 

Indagine universale sulla Categoria degli Agenti di Commercio e Consulenti Finanziari

È stata svolta un’indagine universale sulla Categoria degli Agenti di Commercio e Consulenti Finanziari. Dalle migliaia di risposte raccolte emerge un esercito di professionisti che ogni giorno viaggia in lungo e in largo per l’Italia, promuovendo i prodotti delle imprese italiane che danno lavoro a milioni di persone.

Lo stato dell’arte

Se andiamo a vedere i settori dove operano Agenti di Commercio e Consulenti Finanziari, la nostra torta è composta da tre grosse fette: la più grande appartiene a chi lavora per un’azienda commerciale (36%), la seconda è rappresentativa di chi opera per una grande azienda industriale (24%) e la terza è composta da chi è attivo per le piccole aziende industriali (17%). A seguire per ordine decrescente si collocano gli Agenti per aziende di servizi e Consulenti finanziari (6%), gli Agenti in attività finanziaria (2%) e tutti gli operatori in settori come l’edilizia, la farmaceutica o l’agricoltura. Il 78% lavora come ditta individuale, il 10% per società di persone, il 6% in società di capitali e la restante parte in imprese familiari.

Nella Categoria il poco meno del 70% ha tra i 50 e i 70 anni e circa un quarto tra i 33 e 49 anni. L’86% degli agenti è sposato o convive, l’80% ha figli. Tra i Consulenti le percentuali sono leggermente più basse: 81% per chi è sposato o convive, 75% per chi ha figli. Sul tasso di scolarizzazione la Categoria è più variegata: il 13% degli Agenti ha la licenza terza media, il 73% è diplomato e il 10% laureato. Fra i Consulenti Finanziari il 61% ha terminato le scuole superiori, poco meno del 30% è laureato, mentre l’11% ha conseguito un dottorato.

Oltre l’80% dei rispondenti ritiene utile che i figli intraprendano dei corsi universitari. Molti di loro sono infatti padri e madri di famiglia in fase avanzata di carriera. A sostenerlo sono anche gli anni di esperienza: il 60% degli Agenti è in attività da più di 20 anni e un altro 27% da almeno 10 anni; per i Consulenti il 53% fa questo mestiere da oltre 20 anni e 30% da 10.

Una Categoria che conosce opportunità e rischi dell’economia italiana come pochi altri. L’85% dei colleghi intervistati collabora con una mandante italiana, il 10% con una europea. Dei prodotti e servizi commercializzati il 63% è made in Italy, il 23% europeo. Solo gli Agenti intermediano il 70% del Pil italiano (1300 miliardi), non dalla scrivania di un ufficio ma viaggiando quotidianamente per centinaia di chilometri incontrando di persona clienti e aziende. Gli Agenti dichiarano che il 13% percorre annualmente fino a 25000 chilometri, il 57% da 25000 a 50000, il 25% da 50000 a 75000 e il 4% va oltre i 70000. I Consulenti hanno risposto che quasi la metà macina ogni anno fino a 25000 chilometri, il 42% da 25000 a 50000 e il 7% da 50000 a 75000.

Sul 2019 appena concluso, i Consulenti Finanziari dichiarano in oltre il 60% delle risposte che il loro numero di mandati è aumentato di una o due unità, così come dichiarato dal 56% degli Agenti. Il 2020 si apre con l’entusiasmo e l’ambizione dei colleghi. Oltre il 90% dei Consulenti Finanziari e oltre il 70% degli Agenti si aspetta un incremento del volume dei propri affari.

Le sensibilità della categoria

L’indagine ha messo in luce quelle che possono essere le sensibilità e le esigenze degli Agenti di Commercio, Consulenti finanziari e Agenti in Attività Finanziaria, per poter svolgere al meglio il loro lavoro.

Vista la mole di ore trascorse guidando, oltre il 90% della Categoria riterrebbe utile la possibilità di poter detrarre completamente i costi auto. Mentre circa la metà considera interessante l’introduzione per la Categoria della doppia patente, come già avviene per il trasporto di persone e di cose. Trascorrendo gran parte del tempo spostandosi da un cliente all’altro, per una parte considerevole dei colleghi è fonte di ansia il rischio di vedersi ritirare o sospendere la patente di guida, compromettendo di fatto la loro possibilità di lavorare.

Sulle eventuali prestazioni che Enasarco potrebbe erogare, una porzione consistente della Categoria riterrebbe utile una maggiore attenzione dell’Ente verso le famiglie degli iscritti. Tra queste rientrano l’assistenza economica per rendere maggiormente sostenibili scuole e asili per i figli e un sostegno economico ai figli orfani finalizzato alla conclusione del percorso scolastico intrapreso. Un’altra parte molto consistente ritiene sarebbe utile che l’Enasarco eroghi ai suoi iscritti un assegno familiare, sulla base del numero di figli, a integrare quelli concessi attualmente dallo Stato italiano. Tuttavia il 40% degli intervistati non era a conoscenza del fatto che Enasarco ogni anno già stipuli una polizza assicurativa per i suoi assistiti.

L’introduzione del digitale è vista dagli Agenti di Commercio e dai Consulenti Finanziari come una potenziale opportunità non solo di allargare il proprio business ma di svolgere la propria attività con maggiore efficienza. Ma a pari condizioni. Commercio elettronico o i cd. robot advisor, sistemi automatici di consulenza sulla gestione del risparmio, possono contrarre il volume di affari gestito attualmente dai professionisti della Categoria. Il 52% degli Agenti di Commercio ritiene infatti di aver subito un danno economico in seguito all’affermazione dei più importanti player del commercio elettronico, pur riconoscendo in esso un’opportunità di business, tant’è che addirittura il 65% della Categoria sarebbe ben disposto a dotarsi di strumenti digitali e informatici per migliorare le vendite. Il 95% dei Consulenti riterrebbe giusto che nel rinnovo degli accordi economici con le Organizzazioni datoriali venga inserito il riconoscimento di provvigioni anche su quanto viene venduto ai clienti attraverso i robot advisor e che i nuovi clienti vengano assegnati alla rete dei Consulenti Finanziari. Dello stesso pensiero gli Agenti, di cui il 90% considera legittimo che vengano riconosciute in favore della Categoria l’inserimento delle provvigioni provenienti da vendite svolte attraverso il commercio elettronico. Infine l’85% pensa che sarebbe giusto che le grandi compagnie del mondo tech e i portali di commercio online versassero un contributo in favore dell’Enasarco poiché di fatto sono essi stessi Agenti di Commercio ma attualmente non versano alcun contributo.

 

Enasarco, se lo conosci cambi idea

L’Enasarco è l’ente previdenziale specifico per gli Agenti di Commercio, Agenti in Attività finanziaria/Collaboratori e i Consulenti Finanziari, con un patrimonio di oltre 7 miliardi. Eppure sono ancora ancora pochi, troppo pochi, coloro che si interessano e si informano sulle risorse spese in sostegno alla Categoria. Questa non conoscenza dei propri diritti dà adito a malcontenti e ingiustificate recriminazioni. Per esempio, come già menzionato sopra, il 40% degli intervistati non era a conoscenza del fatto che Enasarco stipuli una polizza assicurativa, infortuni e malattia, in favore dei suoi assistiti.
L’84% di coloro che dichiarano di avvalersi dell’attività di sub agenti dichiara di non sapere di avere diritto anche a votare per il collegio delle mandati.

Emerge dunque chiaro un problema di comunicazione e d’informazione. Risulta auspicabile pertanto un miglioramento rispetto la comunicazione, sia da parte di Enasarco che dei sindacati di Categoria. Ciò al fine di educare e abituare  gli Agenti di Commercio, Consulenti finanziari, Agenti in attività finanziaria/Collaboratori a praticare un controllo costante della loro posizione previdenziale e dei metodi e risultati di gestione del loro denaro versato, che un giorno diventerà la loro pensione.

 

Elezioni Enasarco: più interesse per chi gestisce i risparmi di Agenti e Consulenti

Alle scorse Elezioni Enasarco, quattro anni fa, votò poco più del 10% degli aventi diritto. Ma paradossalmente il 60% degli intervistati ha espresso delusione per una partecipazione così scarsa e un disinteresse verso l’ente previdenziale della Categoria.

Per il 38% degli intervistati la colpa della bassa partecipazione al voto è stata la mancanza di tempo e la scarsa informazione su programmi e candidati.
Risulta chiara quindi la necessità di sviluppare un sistema efficiente di comunicazione rivolto alla Categoria al fine di fornire le informazioni necessarie, ivi compresa quella relativa al voto e ai diritti maturati.

Alle prossime elezioni che si terranno nel periodo tra il 17 e il 30 di aprile, gli Agenti di Commercio, i Consulenti Finanziari e gli Agenti in Attività Finanziaria, potranno scegliere di votare fra ben 7 liste:

  • Solo agenti in Enasarco – presentata da USARCI
  • Consulenti Finanziari Uniti in Enasarco
  • Prima gli Agenti in attività finanziaria e Collaboratori
  • Fare Presto! E fare bene Fiarc, Federagenti-Cisal, Anasf
  • Enasarco Libera
  • Enasarco del Futuro – Agenti
  • Filcams Cgil

Nel collegio delle mandanti invece, i datori di lavoro potranno scegliere di votare fra le seguenti liste:

  • Enasarco per le Pmi
  • Artènasarco
  • Fare presto! E fare bene. Confesercenti per Enasarco
  • Enasarco del futuro – Imprese

 

Conclusioni

Sicurezza e tranquillità in relazione alle loro future pensioni.
Trasparenza sulla gestione.
Una comunicazione più efficiente e più vicina ai professionisti della Categoria, oltre che prestazioni assistenziali, ritarate e in linea con le loro attuali esigenze.
Gli agenti di Commercio, i Consulenti finanziari, e gli Agenti in Attività finanziaria, chiedono implicitamente un forte ruolo sociale dell’Enasarco in aiuto alla soluzione di tutti quei problemi irrisolti quali la deducibilità dell’auto, la doppia patente, le provvigioni anche sulle vendite provenienti dal commercio elettronico, sicurezza economica anche nel caso della perdita di tutti i mandati, una sanità integrativa efficiente.
In sostanza per gli Agenti di Commercio, Consulenti Finanziari, Agenti in attività finanziaria, l’Enasarco non è solo un ente di previdenza, ma è quel soggetto ad alto peso specifico al quale dare il compito di interloquire, in accordo con le sigle sindacali, con le istituzioni e la politica al fine di perseguire il bene della Categoria.

“Tanti spunti per il lavoro futuro di chi otterrà la fiducia della Categoria per guidare l’Enasarco.
Un problema molto importante sul quale investire la comunicazione e il come farsi ascoltare dagli Agenti di Commercio. Un dovere fondamentale: assicurare le pensioni a tutta la Categoria – commenta Antonello Marzolla, Segretario Nazionale Usarci -. Un’affascinante opportunità è quella di usare l’immensa forza di Enasarco per dare dignità, immagine e futuro a una Categoria indispensabile al sistema Paese. Questo è quello che ho capito leggendo i risultati di questa indagine. Questo è ciò che dobbiamo a fare in quanto Usarci per accontentare coloro i quali da oltre 70 anni tuteliamo per nostra missione.”

 


 

I nostri candidati

Puoi consultare l’elenco dei nostri candidati al seguente link: https://www.usarci.it/section/notizie/enasarco-elezioni-2020/i-nostri-candidati

 


 

Scarica il programma

A questo link puoi scaricare il programma della coalizione e delle varie liste: https://www.elezionienasarco2020.it

 


 

Lascia un commento